Home Login Radio 3Bi Radio 3bRadio 3Bi
  • 02.03.2023
  • 565 visualizzazioni

I due soci di InformatiCH Sagl parlano della LPD Day, giornata dedicata alla legge federale sulla protezione dei dati personali.

Buongiorno a tutti da radio 3Bi, oggi sono in compagnia di Angela Pedalina e Mattia Munari della InformatiCH Sagl. Mattia Munari, ingegnere informatico e titolare di InformantiCH SAGL e Angela Pedalina, privacy specialist e giurista, socia di InformatiCH e responsabile dell'area legale. Allora Mattia, raccontaci tu sei il titolare di InformatiCH, da quanto tempo sei in Ticino?
Mattia: Allora ho aperto InformatiCH a novembre del 2018, poi complice la pandemia c'è stata un po' l'interruzione dell'attività e quindi l'azienda è relativamente giovane. L'azienda è nata principalmente come una società di consulenza e di servizi informatici, complice il fatto della mia esperienza di dodici anni da sistemista e quindi offrivo servizi informatici. Poi è arrivata Angela. 

Angela: Io sono arrivata dopo la pandemia e insieme abbiamo deciso di aprire questa divisione legale all'interno dell'azienda, in modo tale da poter offrire al cliente, oltre ad un servizio tecnico, anche un servizio legale. Abbiamo insieme studiato ed approfondito le normative sulla protezione dei dati che hanno sicuramente un risvolto tecnico oltre a quello legale quindi le due cose oggigiorno, anche in base allo sviluppo così veloce della tecnologia, vanno di pari passo. 

E appunto da qui nasce anche l'LPD day. So che tu sei l'ideatrice della LPD day, un evento dedicato alla legge federale sulla protezione dei dati personali. Come nasce l'idea per questo evento qui in Ticino? 
Angela: Sì, abbiamo pensato che ideare un evento dal carattere informativo e divulgativo potesse essere di aiuto per molti imprenditori, per molte realtà lavorative che dovranno applicarsi ed adeguarsi a queste leggi. Abbiamo cominciato a fare dei piccoli eventi interni aziendali tramite webinar online ed abbiamo notato che le persone partecipavano con molta attenzione e con grande volontà di capire quello che stava succedendo a livello normativo, sia dal punto di vista nazionale sia dal punto di vista europeo. 

Mattia, quindi voi avete fatto appunto della privacy il vostro core business. Come siete arrivati a questa scelta? 
Mattia: Dunque, con i primi adeguamenti, abbiamo visto che i problemi che avevano i nostri clienti erano di due tipi: il primo, la mancanza di consapevolezza e di una visione d'insieme della questione, il secondo il fatto che deriva dal primo, di trattare quindi il problema come un problema prettamente di natura legale. Per cui poi arrivavano i clienti con delle documentazioni scritte anche molto bene ma che magari non erano applicabili a livello informatico. Quindi quello che ci ha spinto a proporci in questo modo è il fatto che lavorando gomito a gomito su questa legge, per forza di cose io ho acquisito delle competenze giuridiche che mi aiutano a capire meglio quelli che sono i requisiti e lei ha acquisito delle competenze tecniche che l'aiutano a capire come funzionano i vari sistemi, perché io non posso andare a scrivere una policy al cliente che poi non è applicabile sul suo sistema, gli faccio spendere due volte i soldi. 

Quindi in materia di protezione dei dati, un argomento sensibile a molti, ma anche se vogliamo molto complicato questa nuova legge federale sembra alquanto innovativa, è veramente così? 
Mattia: Sì è una legge innovativa perché per la prima volta viene imposto all'imprenditore di ragionare nei panni della persona interessata. Specialmente nel caso del trattamento di dati degni di particolare protezione, a volte bisogna effettuare un'analisi del rischio. L'analisi del rischio non dev'essere incentrata su 'io imprenditore, cosa rischio, se mi rubano i dati?' Ma deve essere incentrata su 'il mio cliente, il vero proprietario dei dati, cosa rischia se mi rubano i dati?' E questa è un'altra delle questioni su cui la consapevolezza non c'è ancora, perché le persone non hanno la consapevolezza del grande potere che da loro questa legge, anche perché questa legge si muove dietro querela. Quindi se le persone non sanno che hanno questi diritti e non sanno che devono segnalare quando qualcosa va storto, purtroppo le indagini che l'incaricato federale può avviare da solo non sono tantissime. Bisogna che le persone capiscono che hanno questi diritti e che possono esercitarli in maniera molto semplice.

Quindi una serie di sfaccettature ci sono intorno a questo argomento così interessante, che sarà appunto approfondito alla seconda edizione della LPD day, questo 24 marzo al LAC di Lugano. Per chi fosse interessato ad avere maggiori informazioni sulla LPD day, sull'agenda e sui relatori e poi iscriversi per partecipare alla giornata informativa, può visitare il sito LPD day.
Grazie Angela, Grazie Mattia.

InformatiCH Sagl

InformatiCH Sagl

InformatiCH Sagl - Società di servizi informatici e di compliance legale.

Scopri altre interviste

Intervista a Stefano Sforzi, CEO di Agile Business Group

Il CEO di Agile Business Group ci parla del loro software per la gestione aziendale...

Scopri di più

Intervista a Pamela D'Ambrosio Direttrice di Lares Sagl

Fondatrice e Direttrice di Lares Sagl Pamela D'ambrosio racconta la sua storia ai microfoni di Radio 3Bi. ...

Scopri di più

Intervista a Giuseppe Cascasi della N.d.e. Irontest

Amministratore e responsabile qualità di N.d.e. Irontest Sagl, Giuseppe ci racconta la sua storia in Ticino...

Scopri di più

David Camponovo Direttore Ticino by Night and Day e Fondatore Associazione Aquile di Lugano

David Camponovo giornalista, fotografo e imprenditore ticinese racconta la sua passione per gli scacchi ai microfoni di Radio 3Bi....

Scopri di più

Ehi, raccontaci la tua storia, è GRATIS!

Scrivici

Partner di Ticino Digitale

Ticino By Night
LPD Day

Iscriviti alla nostra newsletter per restare
aggiornato sulle ultime novità!

Il sito utilizza cookie tecnici, statistici e di marketing.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Puoi modificare le tue preferenze dalla nostra cookie policy cliccando qui

Continua senza accettare Accetta